Se hai intenzione di comprare una casa per abitarci o per investire, comprare casa all’asta può rivelarsi una delle opzioni migliori.

Abbiamo trovato delle favolose possibilità, con risparmi fino al 70%.

Abruzzo     Basilicata     Calabria      Campania      Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia       Lazio      Liguria    Lombardia      Marche

Molise     Piemonte     Puglia     Sardegna     Sicilia

         Toscana     Trentino Alto Adige      Umbria        Vall D’Aosta      Veneto

 

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
#finsubito post aste #finsubiro
#finsubitoaste
#finsubitoaste Abruzzo
#finsubitoaste Calabria
#finsubitoaste Campania
#finsubitoaste Emilia-Romagna
#finsubitoaste Friuli Venezia Giulia
#finsubitoaste Lazio
#finsubitoaste Liguria
#finsubitoaste Lombardia
#finsubitoaste Marche
#finsubitoaste Molise
#finsubitoaste Piemonte
#finsubitoaste Puglia
#finsubitoaste Sardegna
#finsubitoaste Sicilia
#finsubitoaste Toscana
#finsubitoaste Trentino Alto Adige
#finsubitoaste Umbria
#finsubitoaste Valle D'Aosta
#finsubitoaste Veneto
01_post Valle D'Aosta
01_post_Abruzzo
01_post_aste Emilia Romagna
01_post_aste Friuli Venezia Giulia
01_post_aste Liguria
01_post_aste Lombardia
01_post_aste Molise
01_post_aste Piemonte
01_post_aste Puglia
01_post_aste Toscana
01_post_aste Trentino Alto Adige
01_post_aste Umbria
01_post_aste Veneto
01_post_Lazio
01_post_Sardegna
01_post_Sicilia
01post_immobili_Campania
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
News aste
o1_post_aste Marche
Post dalla rete
post_aste_calabria
Video aste Abruzzo
Video aste Emilia Romagna
Video aste Friuli Venezia Giulia
Video aste Lazio
Video aste Liguria
Video aste Lombardia
Video aste Marche
Video aste Molise
Video aste Puglia
Video aste Sardegna
Video aste Sicilia
Video aste Toscana
Video aste Trentino Alto Adige
Video aste Umbria
Video aste Veneto
Video dalla rete
video_aste_calabria
   

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali


AdnKronos

di adnkronos





(Adnkronos) – “A nostro parere, la riforma fiscale rappresenta un punto di partenza, posto che non sono mancate norme da accogliere favorevolmente (in diversi comparti dell’ordinamento fiscale), ma purtroppo anche disposizioni che non vanno nella direzione di un miglioramento del sistema. È necessario fare di più sul fronte della semplificazione e su questo siamo a disposizione per fornire il nostro contributo”. Così Francesco Cataldi, presidente dell’Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili (Ungdcec), conversando con Adnkronos/Labitalia, su quanto fare in materia fiscale nei prossimi mesi. E il tema della riforma fiscale sarà centro del congresso dei giovani commercialisti, in programma a Caserta l’11 e 12 aprile prossimi. “Come sempre gli eventi nazionali dell’Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili raccolgono una vasta platea di colleghi, in prevalenza nostri associati, interessati alle tematiche di stretta attualità che siamo soliti trattare: il numero di adesioni al prossimo congresso di Caserta conferma simile trend storico e la grande attenzione degli operatori nei confronti della riforma fiscale”, spiega. “Riforma fiscale che, a nostro modo di vedere, ha rappresentato per l’appunto una prima ‘milestone’ rispetto al percorso che ci auguriamo potrà portare ad una reale svolta, rispetto agli specifici temi della semplificazione degli adempimenti e di un auspicabile nuovo rapporto tra gli attori del rapporto fiscale. Il convegno sarà occasione di confronto tra noi professionisti e il mondo della politica, con l’obiettivo di semplificare avvicinando sempre più i contribuenti e il fisco”, spiega Cataldi. Al centro dell’appuntamento anche i temi dell’economia, con il Def approvato dal governo. “Auspichiamo misure di supporto e incentivazione a favore delle imprese, coadiuvate da una reale semplificazione degli adempimenti. Solo attraverso la riduzione di incentivi ‘random’ e una attenta pianificazione degli stessi, in versione strutturale, si potrà sostenere le imprese esistenti e favorire la nascita di nuove. I commercialisti, da sempre al fianco delle imprese, possono recitare un ruolo fondamentale a supporto della politica, essendo i soggetti che materialmente si trovano ad applicare le norme, rilevandone punti di forza e di debolezza”, spiega Cataldi.  Per il leader dei giovani commercialisti per il sostegno alle imprese “sarà necessario partire da un processo di semplificazione, al quale potremmo collaborare attivamente. Un aspetto fondamentale per la crescita e la competitività delle imprese è la possibilità di pianificare e programmare, cosa che ad oggi non è resa semplice dalle continue modifiche normative, il Superbonus ne è un esempio, così come il proliferare di piccoli incentivi e bonus. Sarebbe auspicabile una revisione complessiva della disciplina degli incentivi, rendendo alcuni di essi strutturali, in modo tale da agevolare le imprese nei loro processi di pianificazione”, aggiunge.  “Su questo tema vorrei sottolineare che qualche giorno fa, il ministro dell’Economia ha rappresentato la volontà di voler abbandonare il sistema dei crediti d’imposta a favore dei classici incentivi, che sarebbero più facilmente controllabili. È evidente che lo strumento del credito d’imposta, come attualmente declinato, abbia dei profili migliorabili, ma è anche vero che ha dei notevoli aspetti positivi, pertanto sarebbe auspicabile l’avvio dei un tavolo di confronto, finalizzato a migliorare lo strumento, piuttosto che assistere ad una cancellazione tout court”, continua ancora.  E sul superbonus Cataldi è netto. “La misura è stata fondamentale per la tenuta dell’economia durante la pandemia, ma probabilmente non sostenibile nel lungo periodo, avendo un costo rilevante. Anche se sarebbe necessario determinare precisamente il ritorno in termini di maggiore gettito fiscale generato dalla misura, perché non c’è alcun dubbio che abbia permesso l’emersione di un’economia sommersa. Altro aspetto positivo è quello dell’efficientamento energetico degli edifici, tema di assoluta attualità, vista la direzione presa dall’Unione Europea sul tema. Trattandosi di una misura ‘giovane’ e perfettibile, piuttosto che un taglio netto della stessa sarebbe stato opportuno intraprendere una strada volta alla revisione, prevedendo minori oneri a carico dello Stato”, sottolinea.  Come professionisti la scadenza del 4 aprile per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate della documentazione per la cessione del credito e lo sconto in fattura per i bonus edilizi “l’abbiamo vissuta con urgenza e rivedendo completamente i calendari pianificati. Purtroppo il Governo ha varato un dl che di fatto ha modificato la data di scadenza relativa alle comunicazioni di opzione per lo sconto in fattura o cessione del credito, relative all’anno 2023, anticipandola al 4 aprile, in luogo del 15 ottobre, attraverso l’eliminazione della cd. Remissione in bonis”, conclude.  —lavoro/professionistiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Torna alle notizie in home



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui