Se hai intenzione di comprare una casa per abitarci o per investire, comprare casa all’asta può rivelarsi una delle opzioni migliori.

Abbiamo trovato delle favolose possibilità, con risparmi fino al 70%.

Abruzzo     Basilicata     Calabria      Campania      Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia       Lazio      Liguria    Lombardia      Marche

Molise     Piemonte     Puglia     Sardegna     Sicilia

         Toscana     Trentino Alto Adige      Umbria        Vall D’Aosta      Veneto

 

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
#finsubito post aste #finsubiro
#finsubitoaste
#finsubitoaste Abruzzo
#finsubitoaste Calabria
#finsubitoaste Campania
#finsubitoaste Emilia-Romagna
#finsubitoaste Friuli Venezia Giulia
#finsubitoaste Lazio
#finsubitoaste Liguria
#finsubitoaste Lombardia
#finsubitoaste Marche
#finsubitoaste Molise
#finsubitoaste Piemonte
#finsubitoaste Puglia
#finsubitoaste Sardegna
#finsubitoaste Sicilia
#finsubitoaste Toscana
#finsubitoaste Trentino Alto Adige
#finsubitoaste Umbria
#finsubitoaste Valle D'Aosta
#finsubitoaste Veneto
01_post Valle D'Aosta
01_post_Abruzzo
01_post_aste Emilia Romagna
01_post_aste Friuli Venezia Giulia
01_post_aste Liguria
01_post_aste Lombardia
01_post_aste Molise
01_post_aste Piemonte
01_post_aste Puglia
01_post_aste Toscana
01_post_aste Trentino Alto Adige
01_post_aste Umbria
01_post_aste Veneto
01_post_Lazio
01_post_Sardegna
01_post_Sicilia
01post_immobili_Campania
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
News aste
o1_post_aste Marche
Post dalla rete
post_aste_calabria
Video aste Abruzzo
Video aste Emilia Romagna
Video aste Friuli Venezia Giulia
Video aste Lazio
Video aste Liguria
Video aste Lombardia
Video aste Marche
Video aste Molise
Video aste Puglia
Video aste Sardegna
Video aste Sicilia
Video aste Toscana
Video aste Trentino Alto Adige
Video aste Umbria
Video aste Veneto
Video dalla rete
video_aste_calabria
   


Al via il nuovo regime di incentivi per il fotovoltaico. Apre infatti lunedì 8 aprile la piattaforma del Gse, il Gestore dei servizi energetici per la richiesta di accesso alle tariffe agevolate e ai contributi per la produzione e l’autoconsumo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici previsto dal cosiddetto Decreto Cer (Comunità energetiche rinnovabili), in vigore dal 24 gennaio scorso. Il nuovo sistema non riguarda solo le Comunità ma anche i singoli proprietari di edifici unifamiliari, villette e appartamenti in condominio che costituiscono un Gruppo di autoconsumo.

Non solo Cer

Gli incentivi sono finalizzati a favorire il consumo di energia elettrica contestuale alla sua produzione, in base ad uno schema di autoconsumo virtuale. L’autoconsumo virtuale non richiede alcun accesso diretto all’impianto di produzione in quanto utilizza la rete di distribuzione per bilanciare i consumi e la produzione di energia nell’ambito di una stessa porzione della rete. E’ prevista la possibilità di creare configurazioni di autoconsumo diffuso senza costituire necessariamente una Cer. La Cer, infatti, è un soggetto giuridico e la sua costituzione richiede un atto dal notaio. Nel caso del Gruppo, invece, basta una scrittura privata, ossia un contratto tra gli interessati, che non deve neppure essere registrato.

I Gruppi di autoconsumo

Per poter costituire un Gruppo di autoconsumo è necessario essere residenti tutti nello stesso edificio. Non si deve trattare necessariamente di un condominio, basta che ci siano appartamenti diversi, anche se di un unico proprietario, con utenze intestate a soggetti diversi. Anche l’impianto di produzione deve essere intestato ad uno dei residenti nello stesso edificio. Il Gruppo deve poi nominare un Referente che ha il compito di presentare la domanda e gestire la pratica con il Gse.

Quanto vale l’incentivo

Ai Gruppi di autoconsumo sono riconosciute le stesse tariffe incentivanti previste per le Cer. Viene riconosciuta dunque una tariffa incentivante per un periodo di 20 anni, compresa tra 60 e 120 euro al MWh, a seconda taglia dell’impianto (più alta per quelli più piccoli) e del valore di mercato dell’energia. Per gli impianti fotovoltaici è prevista una ulteriore maggiorazione fino a 10 euro per MWh a seconda della localizzazione geografica.

Alla tariffa incentivante si aggiunge una ulteriore importo a titolo di corrispettivo di valorizzazione per l’energia autoconsumata, definito dall’Arera, Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, pari a circa 8 auro al Mwh. Le somme spettanti sono versate tutti i mesi dal Gse, sulla base dei consumi comunicati dai gestori. Non occorre per questo installare misuratori ad hoc né fare modifiche sull’impianto o cambiare gestore di energia. Basta avere un’utenza attiva.

La domanda

Per presentare la domanda l’impianto fotovoltaico deve essere già in funzione e il Gruppo già costituto. La richiesta di accesso alla tariffa incentivante e al contributo Arera deve essere presentata utilizzando il Portale informatico messo a disposizione dal GSE, previa registrazione.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui