Se hai intenzione di comprare una casa per abitarci o per investire, comprare casa all’asta può rivelarsi una delle opzioni migliori.

Abbiamo trovato delle favolose possibilità, con risparmi fino al 70%.

Abruzzo     Basilicata     Calabria      Campania      Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia       Lazio      Liguria    Lombardia      Marche

Molise     Piemonte     Puglia     Sardegna     Sicilia

         Toscana     Trentino Alto Adige      Umbria        Vall D’Aosta      Veneto

 

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
#finsubito post aste #finsubiro
#finsubitoaste
#finsubitoaste Abruzzo
#finsubitoaste Calabria
#finsubitoaste Campania
#finsubitoaste Emilia-Romagna
#finsubitoaste Friuli Venezia Giulia
#finsubitoaste Lazio
#finsubitoaste Liguria
#finsubitoaste Lombardia
#finsubitoaste Marche
#finsubitoaste Molise
#finsubitoaste Piemonte
#finsubitoaste Puglia
#finsubitoaste Sardegna
#finsubitoaste Sicilia
#finsubitoaste Toscana
#finsubitoaste Trentino Alto Adige
#finsubitoaste Umbria
#finsubitoaste Valle D'Aosta
#finsubitoaste Veneto
01_post Valle D'Aosta
01_post_Abruzzo
01_post_aste Emilia Romagna
01_post_aste Friuli Venezia Giulia
01_post_aste Liguria
01_post_aste Lombardia
01_post_aste Molise
01_post_aste Piemonte
01_post_aste Puglia
01_post_aste Toscana
01_post_aste Trentino Alto Adige
01_post_aste Umbria
01_post_aste Veneto
01_post_Lazio
01_post_Sardegna
01_post_Sicilia
01post_immobili_Campania
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
News aste
o1_post_aste Marche
Post dalla rete
post_aste_calabria
Video aste Abruzzo
Video aste Emilia Romagna
Video aste Friuli Venezia Giulia
Video aste Lazio
Video aste Liguria
Video aste Lombardia
Video aste Marche
Video aste Molise
Video aste Puglia
Video aste Sardegna
Video aste Sicilia
Video aste Toscana
Video aste Trentino Alto Adige
Video aste Umbria
Video aste Veneto
Video dalla rete
video_aste_calabria
   


VENEZIA – È solo all’inizio l’indagine coordinata dalla Procura europea (Eppo) sulla maxi frode realizzata approfittando dei fondi Pnrr e dei vari bonus edilizi ed energetici, nella quale giovedì sono finite in carcere 8 persone, altre 14 agli arresti domiciliari e nei confronti di due professionisti è stata emessa un’interdittiva.
Nell’inchiesta, infatti, risultano indagate ulteriori cinquanta persone, nei confronti delle quali la Guardia di Finanza sta proseguendo gli accertamenti, finalizzati a ricostruire numerosi altri illeciti, ma anche a cercare di individuare un punto di contatto con l’organizzazione i cui capi vengono indicati dagli inquirenti nel bresciano Franco Enrico Borghi, residente a Treviso, nel tedesco Stefan Lehman, residente a Pistoia, nell’altoatesino Alexander Mair, nell’austriaco Christian Washing e nella compagna di Mair, Zhanna Zozulya.


CONNIVENZE E COMPLICITÀ
Ma non è questo l’unico filone ancora da sviluppare: la responsabile veneta dell’Eppo, la dottoressa Donata Patricia Costa, è intenzionata a scavare anche nella direzione di possibili connivenze e complicità: la Guardia di Finanza fatica a credere che, nell’erogare finanziamenti di ingente importo, nessuno si sia accorto che a presentare domanda erano azienda che, in alcuni casi, avevano cambiato da poco sede sociale e amministratori, depositando lo stesso giorno, a ridosso della presentazione della domanda di finanziamento, i bilanci di tre annualità che evidenziavano una situazione solida. Come accaduto nel caso di una società che, fino a pochi mesi prima, gestiva un piccolo market e fatturava 20mila euro all’anno. L’inchiesta ha portato a scoprire che in numerosi la documentazione presentata per ottenere i fondi era contraffatta.
In un’intercettazione citata nell’ordinanza di custodia cautelare, la giudice per le indagini preliminari di Roma, Mara Mattioli fa riferimento ad un colloquio intervenuto nel novembre del 2023 tra Mair e un altro indagato, l’avellinese Maurizio De Simone, i quali fanno esplicito riferimento al nome di un «loro “aggancio” per accedere in via preferenziale a Simest», la società di Cassa depositi e prestiti, dalla quale i presunti truffatori sono riusciti ad ottenere ingenti finanziamenti.
Lo stesso gip evidenzia le modalità per eludere le indagini adottate dai componenti della contestata associazione per delinquere, «attraverso conoscenze in ambienti istituzionali». Ma non solo. Grazie ad un altro colloquio intercettato dalle Fiamme Gialle, avvenuto il 15 novembre del 2023 tra Mair e il rodigino Federico Bianchi, gli inquirenti hanno potuto scoprire che il secondo ostentava «il fatto di poter accedere a canali più sensibili dello Stato per il raggiungimento di scopi personali e disporre di illeciti favoritismo presso gli organismi di giustizia attraverso l’intercedere di soggetti deviati appartenenti ai Servizi Segreti, dietro il pagamento di corrispettivi, illustrati come se esistesse un vero e proprio tariffario».
Nell’intercettazione Bianchi fa riferimento ad un’attività di “pulizia” del casellario giudiziario, dietro pagamento di ingenti somme di denaro. «Ma glieli fanno sparire?», domanda incredulo Mair. «Glieli spostano… parlano con il pubblico ministero… gli spostano le date… a me aveva fatto una cortesia quando avevo quel problema… quello con le carte di credito… ma io a lui ho pagato poco… mi avevano chiesto cento e passa mila euro…»
Lo scenario, insomma, è quello di un’organizzazione sicuramente non improvvisata, capace di pianificare le truffe nei minimi dettagli per poi far sparire i soldi su conti esteri, con l’obiettivo di sottrarli alle inchieste.

I SEQUESTRI
Per impedire che parte del denaro sottratto possa essere fatto sparire, la Procura europea ha chiesto e ottenuto il sequestro preventivo dei crediti d’imposta che risultano attivi nei cassetti fiscali facenti capo alle società coinvolte nella frode: circa 600 milioni di euro riferiti principalmente a bonus facciate, aiuto crescita economica, e ottenuti dalle società Avion Energy srl, Conmatic srl, Db Service srl, Digimark Group srl, Job & Joy srl, Mailpostboxes srl, MQuadro servizi srl, My Home solution srl, Omega srl, One X time srl, Pro Zoo srl, Rami Trade srl, Royale srl, Sal srl, Washing legnai srl e Avin srl.
Per gli arrestati è previsto l’interrogatorio di garanzia, che si svolgerà per rogatoria nelle varie località in cui si trovano detenuti: gli investigatori confidano che qualcuno degli indagati decida di collaborare, contribuendo a fare piena luce sui meccanismi della presunta maxi truffa.
 



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui