Se hai intenzione di comprare una casa per abitarci o per investire, comprare casa all’asta può rivelarsi una delle opzioni migliori.

Abbiamo trovato delle favolose possibilità, con risparmi fino al 70%.

Abruzzo     Basilicata     Calabria      Campania      Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia       Lazio      Liguria    Lombardia      Marche

Molise     Piemonte     Puglia     Sardegna     Sicilia

         Toscana     Trentino Alto Adige      Umbria        Vall D’Aosta      Veneto

 

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
#finsubito post aste #finsubiro
#finsubitoaste
#finsubitoaste Abruzzo
#finsubitoaste Calabria
#finsubitoaste Campania
#finsubitoaste Emilia-Romagna
#finsubitoaste Friuli Venezia Giulia
#finsubitoaste Lazio
#finsubitoaste Liguria
#finsubitoaste Lombardia
#finsubitoaste Marche
#finsubitoaste Molise
#finsubitoaste Piemonte
#finsubitoaste Puglia
#finsubitoaste Sardegna
#finsubitoaste Sicilia
#finsubitoaste Toscana
#finsubitoaste Trentino Alto Adige
#finsubitoaste Umbria
#finsubitoaste Valle D'Aosta
#finsubitoaste Veneto
01_post Valle D'Aosta
01_post_Abruzzo
01_post_aste Emilia Romagna
01_post_aste Friuli Venezia Giulia
01_post_aste Liguria
01_post_aste Lombardia
01_post_aste Molise
01_post_aste Piemonte
01_post_aste Puglia
01_post_aste Toscana
01_post_aste Trentino Alto Adige
01_post_aste Umbria
01_post_aste Veneto
01_post_Lazio
01_post_Sardegna
01_post_Sicilia
01post_immobili_Campania
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
News aste
o1_post_aste Marche
Post dalla rete
post_aste_calabria
Video aste Abruzzo
Video aste Emilia Romagna
Video aste Friuli Venezia Giulia
Video aste Lazio
Video aste Liguria
Video aste Lombardia
Video aste Marche
Video aste Molise
Video aste Puglia
Video aste Sardegna
Video aste Sicilia
Video aste Toscana
Video aste Trentino Alto Adige
Video aste Umbria
Video aste Veneto
Video dalla rete
video_aste_calabria
   


RIMINIÈ in movimento la laboriosa attività della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini per alimentare e moltiplicare l’attenzione verso il prodigioso rinvenimento di affreschi del ‘300 nel Convento di Santa Croce a Villa Verucchio.

In questi mesi di preparazione della candidatura di Rimini a Capitale della Cultura 2026 e al di là dell’esito s’è percepito un moto positivo e diffuso che vede la Fondazione in prima fila con il suo impegno.

Il volume Luce sul Trecento è la prima traccia di un racconto che si evolverà nei prossimi mesi, una pubblicazione che fotografa lo straordinario rinvenimento e lo posiziona fra i più preziosi contributi nel racconto di una feconda stagione artistica.

La Fondazione Cassa di Risparmio nel suo Salone delle Feste ha organizzato la presentazione del volume che è appunto dedicato alla scoperta degli affreschi di Villa Verucchio davanti ad una grande partecipazione di pubblico, a testimonianza di quanto sia alta l’attenzione sugli eventi culturali e in particolare sul tema della pittura della scuola riminese del ‘300.

Luce sul Trecento è un ‘breviario di strada’ concentrato su una scoperta che ha qualcosa di provvidenziale e miracoloso, non fosse altro per la modalità con la quale è emersa. Il rinvenimento degli affreschi dietro il coro della chiesa francescana apre una nuova finestra sulla pittura riminese del Trecento, sulle sue ascendenze giottesche e bizantine, sulla storia dell’arte medievale tout court.

Dopo la presentazione dell’ottobre scorso sono proseguite le indagini all’interno del Convento e sono evidenti le tracce di ulteriori e appassionanti scoperte da far emergere.

“La nostra è una via prediletta per farci prossimi a queste comunità – spiega nel suo testo introduttivo il Presidente della Fondazione, Mauro Ioli – per sostenere la valorizzazione delle radici identitarie e culturali. Le fondazioni bancarie sono state definite “agenti dello sviluppo sostenibile” e sentiamo la responsabilità di fornire un contributo culturale e morale, forti dell’autorevolezza conquistata sul campo. Per dare sostanza a questo sviluppo, la scoperta al Convento di Santa Croce sta connettendo vari soggetti in una logica di compartecipazione per innescare un effetto moltiplicatore della leva finanziaria da azionare”.

La pubblicazione offre anche il contributo dei rappresentanti delle Istituzioni coinvolte (Rotary club di Rimini, Sindaca di Verucchio Stefania Sabba, Padre Guardiano del convento), di alcuni degli storici dell’arte del territorio (Alessandro Volpe, Alessandro Marchi, Daniele Benati, Fabio Massaccesi, Simonetta Nicolini, Giovanni Rimondini, Mauro Minardi, Alessandro Giovanardi) e di Nomisma.

Proprio l’Istituto è stato protagonista di una ricerca nella quale è emerso che la cultura, nelle sue diverse e molteplici declinazioni, conferma il suo ruolo di centralità per lo sviluppo e la crescita del territorio riminese e nello specifico del turismo. In particolare, l’importante scoperta culturale che ha riguardato il territorio di Verucchio può rappresentare una notevole opportunità di valorizzazione turistica ed economica oltre che culturale, per il sistema territoriale nel suo complesso, a favore di un’ampia platea di beneficiari: cittadini, turisti, studenti, studiosi.

Giovanni Carlo Federico Villa, curatore del libro e direttore Palazzo Madama di Torino: “Ritrovare un ciclo d’affreschi della prestigiosissima scuola riminese del Trecento non è solo un recupero eccezionale per l’arte italiana ed occidentale ma, nel caso del convento di Santa Croce a Villa Verucchio, vuol dire sottolineare la storica centralità di un territorio capace di saldare vicende millenarie e offrire l’occasione a Rimini di spostare il suo baricentro dalla linea di costa a quella di collina. Nella consapevole di quanto il suo territorio sia alfiere e paradigma di quel Museo Italia tanto ben interpretato dal riminese Antonio Paolucci, al cui magistero questa raccolta di scritti è dedicata”.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, attraverso la pubblicazione di questo volume, desidera quindi far emergere quella rete di relazioni che oggi potrebbe apparire un po’ sottotraccia.

In queste settimane grazie al sostegno di UNIVPM (Università Politecnica delle Marche), sono state avviate, sotto il coordinamento del Prof. Paolo Clini, le prime azioni di digitalizzazione: sono state effettuate scansioni laser 3d e panoramiche 360 ad altissima risoluzione con una nuova attrezzatura che permette, già nello sviluppo panoramico, di ottenere immagini 3d fotografiche ad altissima risoluzione paragonabili a quelle effettuate con singoli sensori HD. Questa prima digitalizzazione servirà a rendere disponibili a tutti una prima forma di visita virtuale ai luoghi della sensazionale scoperta e a creare le condizioni per una successiva elaborazione dei dati al fine di ricostruire un perfetto gemello digitale dell’intero prezioso complesso architettonico.

A breve, sul sito della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, nella pagina dedicata, saranno disponibili le immagini per garantire una fruizione a coloro che non hanno avuto possibilità di ammirarli direttamente.

La pubblicazione, edita da Vallecchi di Firenze, sarà distribuita nelle librerie italiane, a partire dalla settimana prossima, al prezzo di 28 euro e grazie agli autorevoli contributi offrirà ai lettori un senso ben più ampio a quella che è la riscoperta degli affreschi.

Alessandro Bacci, della casa editrice Vallecchi: “Quando il Presidente, Mauro Ioli, mi ha chiesto di realizzare il volume ero scettico, occuparsi di un tema locale è sempre difficile per una casa editrice. Poi ho visto gli affreschi con i miei occhi e ho capito che la scoperta non si fermava solo al nostro territorio ma rappresentava qualcosa di più grande e ho deciso di realizzare il volume”.

Il ritrovamento delle pitture murali nel Convento di Villa Verucchio vuole quindi essere l’inizio di un percorso con cui accompagnare le nostre comunità e i loro territori, a creare una rete durevole di collaborazione, a mettere in relazione nuovamente e stabilmente il mare e l’entroterra, a condividere le storie e le tradizioni, alla luce di quell’esperienza privilegiata e in sé unitaria che è la valorizzazione del grande patrimonio culturale ereditato e che si vuole tramandare alle future generazioni per renderle a loro volta consapevoli e capaci di apprezzare la bellezza della quale è custode il territorio.

Info: Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini tel. 0541.351611 – mail segreteria@fondcarim.it

GLI AFFRESCHI DI VILLA VERUCCHIO SONO UNA LUCE SUL TRECENTO.

Il volume promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini si innesta sul percorso avviato dalla candidatura di Rimini a Capitale della Cultura e vuole stimolare l’effetto moltiplicatore di conoscenza e consapevolezza dedicato al tesoro scoperto al convento di Santa Croce.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui