Se hai intenzione di comprare una casa per abitarci o per investire, comprare casa all’asta può rivelarsi una delle opzioni migliori.

Abbiamo trovato delle favolose possibilità, con risparmi fino al 70%.

Abruzzo     Basilicata     Calabria      Campania      Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia       Lazio      Liguria    Lombardia      Marche

Molise     Piemonte     Puglia     Sardegna     Sicilia

         Toscana     Trentino Alto Adige      Umbria        Vall D’Aosta      Veneto

 

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
#finsubito post aste #finsubiro
#finsubitoaste
#finsubitoaste Abruzzo
#finsubitoaste Calabria
#finsubitoaste Campania
#finsubitoaste Emilia-Romagna
#finsubitoaste Friuli Venezia Giulia
#finsubitoaste Lazio
#finsubitoaste Liguria
#finsubitoaste Lombardia
#finsubitoaste Marche
#finsubitoaste Molise
#finsubitoaste Piemonte
#finsubitoaste Puglia
#finsubitoaste Sardegna
#finsubitoaste Sicilia
#finsubitoaste Toscana
#finsubitoaste Trentino Alto Adige
#finsubitoaste Umbria
#finsubitoaste Valle D'Aosta
#finsubitoaste Veneto
01_post Valle D'Aosta
01_post_Abruzzo
01_post_aste Emilia Romagna
01_post_aste Friuli Venezia Giulia
01_post_aste Liguria
01_post_aste Lombardia
01_post_aste Molise
01_post_aste Piemonte
01_post_aste Puglia
01_post_aste Toscana
01_post_aste Trentino Alto Adige
01_post_aste Umbria
01_post_aste Veneto
01_post_Lazio
01_post_Sardegna
01_post_Sicilia
01post_immobili_Campania
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
News aste
o1_post_aste Marche
Post dalla rete
post_aste_calabria
Video aste Abruzzo
Video aste Emilia Romagna
Video aste Friuli Venezia Giulia
Video aste Lazio
Video aste Liguria
Video aste Lombardia
Video aste Marche
Video aste Molise
Video aste Puglia
Video aste Sardegna
Video aste Sicilia
Video aste Toscana
Video aste Trentino Alto Adige
Video aste Umbria
Video aste Veneto
Video dalla rete
video_aste_calabria
   

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali


convegno a Vicenza

Più di trecento Società di mutuo soccorso raccolte sotto le insegne Fimiv, la Federazione italiana della mutualità integrativa volontaria, chiedono un tavolo di confronto con il Governo, con le Regioni e con i Comuni


Un tavolo di confronto con il Governo, con le Regioni e con i Comuni.

Lo chiedono più di trecento Società di mutuo soccorso raccolte sotto le insegne Fimiv, la Federazione italiana della mutualità integrativa volontaria che, sabato 6 aprile, a Vicenza, presenteranno il loro manifesto politico programmatico sul futuro della sanità.

Obiettivo non un elenco di rivendicazioni, ma l’offerta di un contributo al sistema Paese riassumibile in tre aree di intervento:

  • sostegno al sistema sanitario nazionale attraverso accordi di integrazione tra pubblico e privato, da sottoscrivere con le istituzioni dopo l’apertura di specifici tavoli di confronto;

  • condivisione di buone pratiche e di esperienze di innovazione e di sperimentazione sociale per ridurre le disuguaglianze tra le persone e agevolare il lavoro degli operatori sanitari e sociosanitari;

  • riordino delle normative di settore per poter operare proficuamente all’interno di un quadro giuridico certo.

 

Questi alcuni dei contenuti che emergeranno dalla dodicesima Gionata nazionale della mutualità, appuntamento di primo piano nel calendario annuale della Fimiv, che rappresenta oltre un milione di soci e assistiti, e che dopo una attenta fase di studio e di approfondimento su eccellenze, prospettive, urgenze e problemi strutturali della sanità nazionale, è pronta a lanciare il proprio “manifesto politico programmatico” inaugurando una nuova stagione di dialogo con Palazzo Chigi, con il Ministero della Salute, con i governatori regionali e con l’Anci, l’associazione dei Comuni italiani.

Sottolinea il presidente nazionale di Fimiv Antonio Chelli citando un passaggio del manifesto: «Abbiamo da tempo aperto un confronto interno sui temi della sanità e della salute in Italia e sul ruolo attivo e proattivo che le Società di mutuo soccorso possono svolgere nell’interesse della società e dei cittadini, agendo da collettore dei bisogni dei propri soci e delle comunità. L’obiettivo -spiega- è collaborare con le Istituzioni Pubbliche in campo sanitario e sociosanitario, per contribuire a sostenere il Sistema Sanitario Nazionale, di assoluto valore ma oggi in evidente difficoltà, anche attraverso progetti condivisi con Cooperative Sociali, Cooperative di Medici ed altri Enti del Terzo Settore».

Il documento sintetizza nel titolo “Obiettivo futuro” una piattaforma articolata in sei punti per un confronto da avviare in tempi stretti con gli interlocutori: riconoscimento del ruolo delle Società di mutuo soccorso, riordino normativo, apertura di tavoli istituzionali, nuove forme di convenzionamento con le strutture sanitarie pubbliche, approvazione di leggi regionali di sostegno e contrasto alla mutualità spuria, che sostituisce logiche di profitto ai valori solidaristici caratteristici degli enti del terzo settore.

«La sfida che raccoglieremo e rilanceremo a Vicenza – anticipa Chelli – si completerà con un secondo evento in programma a Roma dopo l’estate, quando ci auguriamo di poter presentare i primi risultati di questo percorso».

I riflettori sulla dodicesima Giornata nazionale della mutualità si accenderanno sabato 6 aprile, alle ore 10.30, nella sala del Cinema Odeon, in corso Andrea Palladio 176.

Assieme al presidente nazionale Antonio Chelli parteciperanno al dibattito i vicepresidenti di Fimiv Giorgio Viarengo e Federico Bendinelli, il presidente del Consiglio comunale di Vicenza con delega su salute e benessere Massimiliano Zaramella, il presidente di Legacoop Veneto Devis Rizzo e i vertici della Società generale di mutuo soccorso di Vicenza Pietro Dalla Libera e del Comitato regionale veneto delle Società di mutuo soccorso Gabriella Bondavalli.

I contenuti del manifesto saranno al centro, di una tavola rotonda coordinata dal giornalista Gianfranco Giuliani, presidente di Casagit Salute, con alcuni tra i diretti protagonisti del settore: il presidente nazionale di Legacoop Simone Gamberini, il presidente del Consorzio Musa Massimo Piermattei e i direttori di Umana Persone, Massimo Campedelli e la direttrice Fimiv Loredana Vergassola.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui